Language

SPEDIZIONE ESPRESSA GRATUITA

One Ocean Foundation

Più del 70% della superficie terrestre è ricoperta d'acqua. Tutte le attività umane hanno un impatto significativo sul benessere dell'oceano e di conseguenza del nostro intero pianeta. Ogni individuo può contribuire a salvare l'oceano praticando azioni semplici ma virtuose.

E se la tua vacanza fosse un po' impigliata?

Immagina di essere appena arrivato in un luogo di vacanza di lusso sul Mar Mediterraneo, un viaggio che sogni da anni: sabbia bianca pura, acqua cristallina e un orizzonte senza nuvole che sembra non finire mai. Metti la tua sedia a sdraio e il tuo asciugamano, ti siedi e ti addormenti al suono sottile delle onde sentendoti libero dallo stress e consapevole della bellezza che il mare evoca. Ovviamente, questo finché non ti svegli al suono delle bottiglie di plastica che frusciano sulle dita dei piedi che ora sono avvolte in reti da pesca abbandonate. Non esattamente la "vacanza da sogno" che ti aspettavi, giusto?

Il nocciolo della questione è che questo scenario dipinge un'immagine autentica di ciò che sta accadendo agli oceani e ai mari del mondo.

Una partnership per la sostenibilità oceanica

KAMPOS collabora con One Ocean Foundation per promuovere il suo impegno per la sostenibilità e aumentare la consapevolezza sul problema dei rifiuti marini: bottiglie di plastica, reti da pesca e altri prodotti non biodegradabili. La missione della One Ocean Foundation è di accelerare le soluzioni ai problemi degli oceani che sia coerente con la visione di KAMPOS per un pianeta più pulito.

Sebbene la quantità esatta di plastica negli oceani non possa essere quantificata con precisione, si stima che 150 milioni di tonnellate di plastica circolino negli oceani del mondo. Ogni anno vengono aggiunti altri 8 milioni di tonnellate. Si stima che 250 tonnellate di plastica saranno negli oceani entro il 2030 e entro il 2050 ci sarà più plastica negli oceani che pesci. Non solo la plastica si accumula negli oceani, ma sta anche causando più danni agli animali marini di qualsiasi altro elemento. Gli animali acquatici rimangono intrappolati nelle reti da pesca a un ritmo sempre più sbalorditivo, mentre altre migliaia di persone scambiano plastica e microplastica per cibo, oltre il 70% dei pesci dell'oceano profondo ha ingerito plastica anche a causa della scarsità di cibo nelle profondità marine.

Uno dei motivi per cui KAMPOS ha aderito alla One Ocean Foundation è supportarli nel loro obiettivo: accelerare le soluzioni ai problemi dell'oceano sensibilizzando i leader internazionali, le istituzioni, le aziende e il pubblico all'economia blu e alla cultura della sostenibilità.

Inoltre, la Fondazione mira a diventare una piattaforma leader per riunire e rafforzare le voci che parlano per l'oceano in tutto il mondo con la missione comune di proteggere l'oceano.

Le caratteristiche distintive della One Ocean Foundation sono la sua portata scientifica, la sua forte spinta educativa e il suo forte legame con il mondo degli affari, reso possibile dalla sua rete di imprese. Queste caratteristiche sono fondamentali per aumentare la consapevolezza e stabilire relazioni costruttive tra tutte le parti interessate di diversi gruppi di età impegnate a diversi livelli nella conservazione marina.

One Ocean Foundation sviluppa progetti specifici per aiutare a salvaguardare gli ecosistemi marini. Uno dei suoi primi progetti è stata la Charta Smeralda, un codice di condotta etico sviluppato con il Comitato Scientifico della Fondazione volto a condividere e diffondere i principi di conservazione marina e le azioni per la salvaguardia dell'ambiente marino. Attraverso la Charta Smeralda, individui, stakeholder e comunità vengono informati dell'urgenza di risolvere i problemi legati all'ecosistema marino, con l'obiettivo di definire soluzioni concrete e immediate.

One Ocean Forum

One Ocean Foundation è nata dal One Ocean Forum nel 2017. È stato il primo forum organizzato in Italia sul tema della protezione marina ed è stato realizzato in collaborazione con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell'UNESCO. Dopo il suo successo, la One Ocean Foundation è stata fondata nel Febbraio 2018.

L'obiettivo del Forum è stato quello di favorire la condivisione, la cooperazione e la consapevolezza, all'insegna della sostenibilità ambientale. L'obiettivo costante della Fondazione è stato quello di aprire un dialogo internazionale sulla sostenibilità degli oceani, creando una rete di influencer eco-compatibili, identificando le migliori pratiche e sensibilizzando su temi e problemi dell'ecosistema marino. In linea con il crescente e in corso dibattito internazionale sulla sostenibilità degli oceani, One Ocean Foundation ha identificato quattro temi chiave legati alla protezione dell'ambiente marino e ha proposto una serie di azioni concrete per definire percorsi in grado di promuovere la conservazione marina:

1) RIFIUTI MARINI E INQUINAMENTO

2) CAMBIAMENTI GLOBALI E CLIMATICI

3) TECNOLOGIE BLU E INNOVAZIONE

4) ALFABETIZZAZIONE OCEANICA

L'aumento dell'anidride carbonica atmosferica, ampiamente determinato dall'attività umana, corrisponde anche ad un aumento dell'anidride carbonica disciolta negli oceani. Questo processo di progressiva acidificazione dell'acqua influenza il cibo sulle catene, il benessere e la conservazione degli habitat oceanici.

Attività marittime consolidate, come la costruzione e la riparazione navale, il trasporto offshore per la riparazione di petrolio e gas, nonché la biotecnologia blu, l'acquacoltura e l'energia oceanica rinnovabile, contribuiscono all'economia blu. Una delle sfide chiave per un'economia marittima più innovativa è rendere più facile il trasferimento dei risultati della ricerca e l'attuazione di nuove tecnologie nei settori su scala commerciale e industriale.

Alfabetizzazione oceanica significa diffondere la conoscenza sull'influenza che gli oceani hanno sulle nostre vite e sull'influenza che le nostre azioni hanno sull'oceano, consentendo ai cittadini, agli attori economici e alle parti interessate di prendere decisioni responsabili e informate sulle questioni legate all'ambiente marino e aumentare l'accettazione delle politiche marine. Si tratta di un approccio basato su principi fondamentali che comprende azioni di educazione e comunicazione necessarie per promuovere una cultura di protezione dell'ecosistema marino. L'alfabetizzazione oceanica è un'iniziativa riconosciuta dalle Nazioni Unite.

Grazie ai suoi partner, la One Ocean Foundation è quotidianamente impegnata in numerose attività e progetti legati alla sua missione di tutela ambientale, come in particolare:

Attività educative per le nuove generazioni; ricerca scientifica; attività di comunicazione e sensibilizzazione per il grande pubblico e attività sportive.

Tutti possono contribuire alla salvaguardia dell'ambiente marino sottoscrivendo la Charta Smeralda e impegnandosi a seguirne le linee guida.

Tutti sono invitati ad iscriversi alla Charta Smeralda cliccando qui

Visita www.1ocean.org per ulteriori informazioni