SPEDIZIONE ESPRESSA GRATUITA

FREE SHIPPING

Come ridurre l'inquinamento da plastica: 5 consigli sostenibili

5 modi per ridurre l'inquinamento da plastica

Il post sul blog di oggi si concentra su uno dei problemi ambientali più impegnativi: la plastica nell'oceano. Secondo una stima del WWF, ogni anno vengono riversate nel Mar Mediterraneo 570.000 tonnellate di plastica, l'equivalente di circa 33.800 bottiglie al minuto. Ma non solo: nello stesso intervallo di tempo, l'equivalente di un intero camion carico di plastica inquinante finisce nei nostri oceani. Il rischio è che entro il 2050 le acque e i fondali contengano più plastica che pesci.

Proprio per questo vogliamo condividere 5 consigli su come ridurre l'inquinamento da plastica. Piccole azioni individuali possono davvero fare la differenza.



Plastica inquinante: quali sono i polimeri più dannosi?

Per capire come combattere questo tipo di inquinamento, dobbiamo conoscere il nostro nemico. Le plastiche sono tante e diverse tra loro. Sebbene tutti siano dannosi per l'ambiente, alcuni sono più dannosi di altri.

Ma perché la plastica è così inquinante??

La risposta è semplice. Grazie a numerosiricerche e pubblicazioni, è ormai noto che la plastica impiega diversi secoli a decomporsi. Ciò significa che i prodotti in plastica non correttamente smaltiti rimangono all'interno dell'ecosistema per centinaia di anni, causando immensi danni ambientali.

Ogni polimero impiega un tempo diverso per disintegrarsi completamente, motivo per cui è possibile distinguere tra plastiche più e meno inquinanti.

Tra le plastiche più dannose per l'ambiente ci sono:

  • borse per la spesa in polietilene;
  • bottiglie di plastica;
  • plastica monouso in genere (piatti, bicchieri, cannucce, ecc).

Come puoi capire, la plastica più inquinante proviene da oggetti di uso quotidiano che hanno un tempo medio di utilizzo molto basso.

Questi prodotti, oltre a essere inquinanti, rappresentano un grande rischio per la salute dell'uomo e della fauna selvatica, in particolare della fauna marina. Sono molti i casi in cui le tartarughe hanno mangiato le buste della spesa scambiandole per meduse, e soffocano, oppure sono rimaste incastrate nelle confezioni di plastica delle lattine, soffrendo di gravi malformazioni. Ogni anno ognuno di noi prende circa 250 grammi di plastica derivata dalle microplastiche contenute nei nostri alimenti.

Per prevenire questi e altri problemi, dobbiamo iniziare a cambiare le nostre abitudini partendo da piccoli gesti quotidiani. Ecco quindi 5 consigli pratici su come ridurre l'uso della plastica nella nostra quotidianità.

5 consigli per ridurre l'inquinamento da plastica

1. Evitare l'uso di plastica usa e getta
2. Non inquinare abbandonando i tuoi rifiuti
3. Separare e riciclare
4. Acquista prodotti sfusi e marchi sostenibili
5. Aumentare la consapevolezza

Evitare l'uso di plastica usa e getta

Partiamo da una cosa banale e forse scontata, ma fondamentale per iniziare a preservare il nostro ecosistema: smettere di usare prodotti usa e getta. Quanto è semplice!!

  • Usa sacchetti della spesa riutilizzabili, siano essi di tessuto, tela o qualsiasi altro materiale. Come abbiamo visto, i sacchetti in polietilene sono tra i maggiori responsabili dell'inquinamento ambientale.
  • Opta per bottiglie d'acqua riutilizzabili piuttosto che di plastica; una soluzione bella ed ecologica che aiuta a contrastare l'enorme dispersione di borracce nei mari.
  • Non utilizzare cannucce, piatti, posate e bicchieri di plastica monouso. Utilizzare invece quelli prodotti con materiali alternativi, come carta, vetro o acciaio inossidabile.

Non inquinare abbandonando i tuoi rifiuti

Qualunque cosa tu faccia o ovunque tu vada, fai sempre molta attenzione a non lasciare i tuoi rifiuti in giro (nemmeno per caso). Se hai intenzione di fare un picnic o una gita fuori porta, muniti di contenitori per i rifiuti nel caso non ci siano bidoni della spazzatura nelle vicinanze.

Questa pratica favorisce la riduzione del deflusso della plastica inquinante negli oceani. Puoi abbinarlo a sane passeggiate ecologiche per raccogliere rifiuti abbandonati in spiaggia o in natura da altre persone.

Separare e Riciclare

La corretta separazione dei materiali riciclabili è essenziale. Tutto ciò che non è adeguatamente selezionato o non è riciclabile è molto probabile che finisca per inquinare i nostri oceani. Per non sbagliare, segui le indicazioni del tuo comune per la raccolta differenziata.

Se non puoi fare a meno di utilizzare prodotti in plastica, opta per articoli riciclabili e riciclati.

Acquista prodotti sfusi e marchi sostenibili

Preferire l'acquisto di prodotti sfusi, compresi cereali o detersivi alla spina e involucri di carta è un ottimo modo per ridurre l'uso di imballaggi in plastica spesso difficili da riciclare.

Inoltre, scegliere prodotti di marchi sostenibili e affidabili, in grado di garantire una buona qualità e un basso impatto ambientale, è la scelta ideale.

Aumentare la consapevolezza

Dopo aver adottato queste nuove abitudini, impegnati a sensibilizzare i tuoi amici e la tua famiglia invitandoli a fare lo stesso. Se tutti facessero uno sforzo per limitare il consumo di plastica e adottassero soluzioni alternative e sostenibili, vivremmo sicuramente su un pianeta migliore.

Aiutaci a diffondere queste 5 buone pratiche, condividi l'articolo e lottiamo insieme per proteggere l'ambiente.

Come ridurre l'inquinamento e l'uso di plastica inquinante: conclusione

La sostenibilità è un tema sempre più importante per la nostra sopravvivenza e per l'intero pianeta. Ognuno di noi è, a suo modo, responsabile di ciò che accade ogni giorno. È proprio per questo motivo che dobbiamo impegnarci a cambiare le nostre abitudini per rendere la nostra vita il più sostenibile possibile.

In KAMPOS, ci impegniamo a essere un marchio responsabile e sostenibile. Scopri la nostra gamma sostenibile di costumi da bagno e abbigliamento facendo clicqui.