Language

SPEDIZIONE ESPRESSA GRATUITA

Gli amici di KAMPOS

Vi presentiamo i nostri amici. 

Crediamo nell’importanza di sostenere chi ci è più vicino.

STARFISH – Tutte le stelle assomigliano alle stelle del cielo e, sebbene le più comuni abbiano solo cinque braccia, alcune di loro possono arrivare ad avere fino a 40 braccia. Queste meravigliose creature marine, parte di un gruppo di animali conosciuti come echinodermi, si muovono usando i loro piedi tubolari. Possono rigenerare gli arti persi e ingoiare grandi prede usando i loro stomaci insoliti. Ci sono circa 1.600 diverse specie di stelle marine che vivono negli oceani del mondo, dove occupano ogni tipo di habitat.

OCTOPUS – Il polpo comune è considerato il più intelligente di tutti gli animali invertebrati, ha cellule portatrici di pigmenti altamente sviluppate e può cambiare i colori della sua pelle in modo sorprendente con grande rapidità. I polpi sono creature oceaniche più famose per avere otto braccia e teste bulbose. Alcune altre curiosità: hanno tre cuori e sangue blu; spruzzano inchiostro per scoraggiare i predatori ed essendo senza ossa, possono infilarsi dentro (o fuori) spazi molto ristretti. Sono piuttosto intelligenti e sono stati osservati utilizzando diversi strumenti.

CALAMARO – Il calamaro è un tipo di seppia. Il suo nome deriva dal latino calamarius, letteralmente “relativo a una penna”, da calamus “penna per scrivere”, riferendosi come tale per via del guscio interno a forma di penna della seppia e forse anche per il suo essere pieno di inchiostro. I calamari sono nuotatori veloci, si muovono con propulsione a getto e localizzano in gran parte le loro prede con la vista. Sono tra gli invertebrati più intelligenti.

RAY – Le razze abitano acque calde, temperate e tropicali, a volte in grande abbondanza. Sono abitanti del fondo marino e spesso giacciono parzialmente sotto la sabbia delle secche. Le razze mangiano vermi, molluschi e altri invertebrati, a volte danneggiando gravemente i preziosi letti dei molluschi. Sferzano la coda quando vengono calpestati e le grandi razze possono esercitare una forza sufficiente per spingere le loro spine della coda in una barca di legno. Le loro spine causano ferite gravi ed estremamente dolorose che, se addominali possono provare la morte.

TUNA – Il tonno è una delle sette specie di pesci oceanici che costituiscono una delle specie di grande valore commerciale come alimento. Sono imparentati con gli sgombri. I tonni sono pesci allungati, robusti e affusolati; hanno un corso arrotondato che si assottiglia a una base della coda snella e una coda biforcuta o a forma di mezzaluna. I tonni sono generalmente scuri sul dorso e argentati nella parte inferiore, spesso con una lucentezza iridescente. Hanno una cospicua chiglia su entrambi i lati della base della coda, una fila di piccole pinne dietro le pinne dorsali e anali e un corsetto di squame allargate nella regione della spalla.

LOBSTER – L’aragosta è uno dei numerosi crostacei marini. Tutti sono animali marini e abitano sul fondo e la maggior parte sono notturni. Le aragoste si nutrono di animali morti, ma mangiano anche pesci vivi, piccoli molluschi e altri che vivono sul fondo e alghe. Alcune specie, in particolare di aragoste vere e spinose, sono commercialmente importanti per l’uomo come cibo. L’aragosta ha un rivestimento del corpo rigido e segmentato (esoscheletro) e cinque paia di zampe, una o più paia delle quali vengono spesso modificate in tenaglie (chele). Spesso la chela su un lato è più grande di quella sull’altro lato. Le aragoste hanno occhi composti su steli mobili, due paia di lunghe antenne e diverse paia di zampe nuotatrici sull’addome allungato. Per nuotare usa una pinna simile alla coda muscolosa; la flessione della cosa e dell’addome spinge l’animale all’indietro.

SNAPPY – Il dentice rosso, nelle acque più profonde, tende ad essere più rosso di quelli catturati in acque più basse. Alcune delle loro caratteristiche distintive includono una lunga faccia triangolare con la parte superiore inclinata più fortemente delle mascelle inferiori, con quella inferiore a volte leggermente sporgente. Hanno canini ingrossati, motivo per cui sono chiamati “dentici”.

Il dentice rosso, cresce ad un ritmo moderato e può raggiungere i 40 pollici di lunghezza e 50 libbre. I maschi e le femmine depongono le uova da maggio a ottobre, a seconda della loro posizione. Il dentice si nutre di pesci, gamberi, granchi, vermi, cefalopodi (polpi o calamari) e un po’ di plancton (piccole piante e animali galleggianti). Il giovane dentice è cibo per i grandi pesci carnivori che condividono il loro habitat, come carangidi, cernie, squali, barracuda e murene.

Anche i grandi mammiferi marini e le tartarughe mangiano il dentice.

JELLY – Le meduse sono probabilmente alcune delle creature più insolite e misteriose che tu abbia mai incontrato. Se riesci a superare la stranezza e il fatto che avvicinarti troppo a una di loro può provocare una brutta puntura, scoprirai che le meduse sono piuttosto affascinanti. Esistono da più di 650 milioni di anni e ci sono migliaia di specie diverse. Le meduse vivono principalmente nell'oceano, ma in realtà non sono pesci: sono plancton. Queste piante e animali galleggiano nell'acqua e sanno nuotare in modo così limitato che le correnti controllano i loro movimenti orizzontali. Le meduse possono variare di dimensioni da meno di un pollice a quasi 7 piedi di lunghezza, con tentacoli lunghi fino a 100 piedi.

CRABBY – I granchi di mare sono un tipo di crostaceo, il che significa che non hanno spina dorsale e sono ricoperti da un guscio duro. I granchi di mare vivono nei mari e negli oceani di tutto il mondo ma possono occasionalmente camminare sulla riva. Sebbene possano assomigliare un po' a ragni striscianti, i granchi di mare in realtà hanno più zampe dei ragni. Questi crostacei hanno cinque paia di zampe: le quattro posteriori sono usate per camminare e la parte anteriore è dove si trovano i loro artigli. Gli artigli, noti anche come tenaglie, sono usati come armi che usano per combattere i predatori o catturare la loro preda quando è ora di mangiare.

DORY – Le orate fanno parte dei pesci sparidi marini. Questi pesci hanno alcune caratteristiche distintive che li rendono facilmente identificabili. I loro corpi sono relativamente piatti. La linea dalla zona dorsale alla parte anteriore del pesce scende molto rapidamente conferendo al muso un aspetto appiattito, soprattutto se visto di profilo. Il colore varia ampiamente da specie a specie, principalmente a seconda del tipo di acqua e dell'ambiente. Nelle acque salmastre, ad esempio, l'orata tende ad essere più scura, con sfumature di nero e grigio per aiutare il pesce a mimetizzarsi con l'ambiente. Alcuni pesci, in altre zone, hanno persino un aspetto rosso vivo, mostrando quanto possono essere diversi i membri della famiglia. I denti anteriori di molte orate sono larghi e piatti, ideali per schiacciare piccoli granchi e vongole.

SHARKY – Con reperti fossili risalenti a 400 milioni di anni fa, gli squali sono sopravvissuti ai dinosauri e a molte altre forme di vita attualmente sulla terra. Ci sono più di 1.000 specie di squali e razze, con nuove specie scoperte ogni anno. Questi maestosi predatori che sono così essenziali per l'ordine naturale degli ecosistemi marini, ora affrontano la loro più grave minaccia che deriva dalla pesca eccessiva. Con i nostri oceani gravemente degradati, il ripristino degli squali è fondamentale per migliorare la resilienza di questi corpi idrici ai cambiamenti climatici. Mentre la notevole varietà di specie degli squali aggiunge complessità ai nostri sforzi di conservazione, il numero in diminuzione di queste incredibili creature, a causa della pesca eccessiva e della domanda delle loro pinne e carne aumenta l'urgenza del compito.

St. PETER – Chiamato tipicamente e universalmente Tilapia, il pesce San Pietro ha tipicamente un corpo profondo e compresso lateralmente. Un insieme complesso di muscoli consente di utilizzare le ossa faringee superiori e inferiori come una seconda serie di mascelle per la lavorazione del cibo come le murene, consentendo una divisione del lavoro tra le "mascelle vere" (mandibole) e le "mascelle faringee". Le loro bocche sono sporgenti, di solito delimitate da labbra larghe e spesso gonfie e le loro mascelle hanno denti conici. Oltre alla sua sensibilità alla temperatura, il San Pietro può adattarsi a una gamma molto ampia di condizioni. San Pietro è anche noto per essere una specie che cova la bocca, il che significa che portano le uova fecondate e i giovani pesci in bocca per diversi giorni dopo l'assorbimento del sacco vitellino.

SARPA SALPA – Sarpa salpa, noto comunemente come dreamfish, salema, salema porgy, cow bream o gold line, è una specie di orata, riconoscibile dalle strisce dorate che scorrono lungo la lunghezza del suo corpo e che possono causare quello che viene chiamato pesce allucinogeno ubriachezza quando mangiato. Si trova nel Mediterraneo ed è generalmente comune e si trova da vicino alla superficie fino a una profondità di 70 m (230 piedi). Sarpa salpa divenne ampiamente noto per i suoi effetti allucinogeni in seguito ad articoli ampiamente pubblicizzati quando due uomini lo ingerirono in un ristorante mediterraneo e iniziarono a sperimentare molti effetti allucinogeni uditivi e visivi. Queste allucinazioni, descritte come spaventose, si sono verificate due ore dopo l'ingestione del pesce e hanno avuto una durata totale di 36 ore.

SHRIMPY – I gamberetti sono tra le 2.000 specie del sottordine Natantia (ordine Decapoda della classe Crustacea). I parenti stretti includono granchi, gamberi e aragoste. I gamberi sono caratterizzati da un corpo semitrasparente appiattito da un lato all'altro e da un addome flessibile che termina con una coda a ventaglio. Le appendici sono modificate per il nuoto e le antenne sono lunghe e simili a fruste. I gamberetti si trovano in tutti gli oceani, in acque poco profonde e profonde, in laghi e torrenti d'acqua dolce. I gamberetti nuotano all'indietro flettendo rapidamente l'addome e la coda. Il loro cibo è costituito principalmente da piccole piante e animali. La femmina di gambero può deporre da 1.500 a 14.000 uova, che sono attaccate alle gambe che nuotano. Le larve nuotatrici attraversano cinque stadi di sviluppo prima di diventare giovani.

PETTY – Il nome del pesce rasoio perlaceo può essere leggermente fuorviante poiché non è raro come una perla, né pericoloso come un rasoio. È un pesce comune che tende a vivere in zone limpide e poco profonde vicino a praterie di fanerogame e barriere coralline, dove raccoglie detriti corallini per costruire i suoi nidi. Tuttavia, anche avere una casa potrebbe non essere sufficiente per mettere a proprio agio questo pesce ombroso. Quando viene spaventato, il pesce rasoio perlaceo a volte si tuffa a testa in giù nella sabbia dove può nascondersi dalle minacce.

TURTY – La tartaruga verde è la specie più grande della famiglia delle tartarughe marine dal guscio duro e la seconda più grande della tartaruga liuto tra tutte le tartarughe marine. Il suo nome comune non deriva dal colore della sua pelle o del guscio, che è comune alla maggior parte delle specie di tartarughe marine, ma dal colore verdastro del suo grasso. La tartaruga verde è l'unica tartaruga marina ad essere un erbivoro rigoroso e la sua dieta di alghe può contribuire a rendere verde il colore del suo grasso. Simile ad altre tartarughe marine, è noto che le tartarughe verdi percorrono distanze incredibilmente lunghe durante la loro vita. In alcuni casi, gli individui possono viaggiare attraverso interi bacini oceanici dalle loro aree di alimentazione alle spiagge di nidificazione nei tropici e sub-tropici. Le tartarughe verdi usano il campo magnetico terrestre come una mappa invisibile per navigare durante le loro migrazioni. Come altre tartarughe marine, le tartarughe verdi femmine tornano sulla stessa spiaggia dove si sono schiuse per nidificare.

ORCA – L'orca è un mammifero marino. Sono spesso confusi per essere una balena a causa del loro nome "orca assassina", ma lo sapevi che le orche sono in realtà delfini? In effetti, sono il membro più numeroso della famiglia dei delfini! Le orche sono incredibilmente popolari in quanto sono le balene e i delfini più ampiamente distribuiti e si trovano in ogni singolo oceano! Sono molto riconoscibili con la loro colorazione in bianco e nero ma, a seconda di dove vivono, hanno aspetti, comportamenti, modi di comunicare e alimentazione molto diversi! Lo sapevate? Le orche sono molto intelligenti, altamente adattabili e in grado di comunicare e coordinare le tattiche di caccia. Sono nuotatori estremamente veloci e sono stati registrati a velocità fino a 54 km / h! Un’orca selvatica può percorrere oltre 160 chilometri al giorno, nutrendosi e socializzando.

DOLPHY – I delfini sono mammiferi marini molto intelligenti e fanno parte della famiglia delle balene dentate che comprende orche e globicefali. Si trovano in tutto il mondo, principalmente nei mari poco profondi delle piattaforme continentali, e sono carnivori, mangiando principalmente pesce e calamari. La colorazione dei delfini varia, ma sono generalmente di colore grigio con il dorso più scuro rispetto al resto del corpo. Poiché il cambiamento climatico provoca il riscaldamento dei mari e degli oceani, i delfini vengono avvistati più frequentemente nelle acque più fredde al di fuori delle loro gamme storiche. A causa del rapido aumento delle temperature oceaniche, le principali fonti di cibo dei delfini sono alla ricerca di acque più profonde e più fresche. Gli scienziati temono che i delfini avranno difficoltà ad adattarsi rapidamente per trovare nuovi terreni di alimentazione per sostenere le loro popolazioni. Anche alcuni delfini che vivono in aree in cui si incontrano fiumi e oceani, note come acque salmastre, stanno perdendo habitat a causa dell'innalzamento del livello degli oceani a causa del riscaldamento globale.

CAPO – I capodogli sono anche chiamati cachalot, la più grande delle balene dentate, facilmente riconoscibili per la sua enorme testa quadrata e la mascella inferiore stretta. Il capodoglio è blu-grigio scuro o brunastro, con macchie bianche sul ventre. È spesso e ha piccole pinne a forma di paddle e una serie di gobbe arrotondate sul dorso. I maschi raggiungono una lunghezza massima di circa 19 metri (62 piedi) e le femmine di circa 12 metri (39 piedi). I capodogli sono dei subacquei di profondità, raggiungono comunemente una profondità di circa 350 metri (1.150 piedi) e sono stati trovati aggrovigliati in cavi a più di 1.000 metri (3.280 piedi) sotto la superficie. Non è raro che i capodogli si immergano per un'ora o più e poi trascorrano circa 10 minuti in superficie respirando una volta ogni 10 secondi. Possono navigare a una velocità di 4 nodi (7,4 km / h; 4,6 mph) e nuotare a scatti fino a 20 nodi (37 km / h; 23 mph).

MARLIN – I marlin chiamati anche pesce spada sono una delle tante specie di grandi pesci marini dal naso lungo dal corpo allungato, una lunga pinna dorsale e una lancia arrotondata che si estende dal muso. Sono vagabondi, si trovano in tutto il mondo vicino alla superficie del mare e sono carnivori, nutrendosi in gran parte di altri pesci. Sono consumati come cibo e sono molto apprezzati dai pescatori sportivi. La pesca al marlin è una delle sfide più eccitanti che deve affrontare qualsiasi pescatore. I Marlin sono veloci, atletici e possono essere davvero enormi. Lo Striped Marlin è il secondo pesce più veloce del mondo, nuota fino a 50 miglia all'ora. La velocità di Black e Blue Marlins lascia anche la maggior parte degli altri pesci dietro di loro. Una volta agganciate all’amo, tutte le specie mostrano un'abilità acrobatica degna di una ballerina - o forse sarebbe più accurato paragonarle a un toro.